...valore zootecnico delle esposizioni...

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Dom Gen 17, 2010 11:45 pm

di Ca'Bastiani ha scritto:
Non c'entra partecipare ad una gara, c'entra che se vuoi allevare una razza e cercare di conoscerla meglio, ti informi e chiedi informazioni anche se un giudice o un allevatore interessante è in Russia. Poi tanti allevano senza queste conoscenze, ed a volte lo fanno anche bene ma per me l' approccio giusto è quello di fare un grande lavoro teorico sul materiale nei territori di origine.
cosa ne sai di come alleva Daniele e a chi chiede?
perché ti interessa? perché non chiedi le stesse cose alle presone amiche a te? continuo a non capire le tue domande.
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  di Ca'Bastiani il Dom Gen 17, 2010 11:54 pm

karanuker ha scritto:
di Ca'Bastiani ha scritto:
Non c'entra partecipare ad una gara, c'entra che se vuoi allevare una razza e cercare di conoscerla meglio, ti informi e chiedi informazioni anche se un giudice o un allevatore interessante è in Russia. Poi tanti allevano senza queste conoscenze, ed a volte lo fanno anche bene ma per me l' approccio giusto è quello di fare un grande lavoro teorico sul materiale nei territori di origine.
cosa ne sai di come alleva Daniele e a chi chiede?
perché ti interessa? perché non chiedi le stesse cose alle presone amiche a te? continuo a non capire le tue domande.

Lo ha scritto lui che si riferisce solo a te, sul perchè mi interessa basta che leggi un po di post fa, dove si diceva che per essere completi nella formazione nono puoi avere una sola fonte, e tutto nasce poichè Daniele ha detto che lui ha l' umiltà di farsi insegnare e gli altri no, quindi tutte le domand esono conseguenti...
Io lo chiederei a chiunque si presentasse come l' unico umile che si fa insegnare mentre tutti gli altri no.
Veramente mi rendo conto che l' argomento non è seguito con interesse, ma solo le parti che possano dare avvio a delle diatribe.

di Ca'Bastiani

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 08.10.09

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  di Ca'Bastiani il Lun Gen 18, 2010 12:00 am

fox ha scritto:Scusate se mi intrometto in una argomento che poco conosco,ho capito male se dico che la legge anti taglio è entrata in vigore nel 1 gennaio 2007 ma soltanto dopo l'Enci ha recepito la legge?mi spiego meglio vi erano cani tagliati dopo il 01/01/2007 che fino a una certa data continuavano le expò dopo non gli è stato più permesso.
se non sbaglio vi sono stati molti allevatori di tutte le razze che hanno tagliato i cani anche dopo il primo gennaio e poi andavano in expò ugualmente.(forse mi sbaglio)

la legge vieta di tagliare, il fatto che l' enci solo dopo qualche mese abbia vietato esporre cani tagliati senza certificato medica, non rende i cani tagliati in quel lasso di tempo in regola. anche perchè l' enci riprende la norma per i soggetti nati dalla data dell' ordinanza.

di Ca'Bastiani

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 08.10.09

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Lun Gen 18, 2010 12:06 am

di Ca'Bastiani ha scritto:
Lo ha scritto lui che si riferisce solo a te,
dove?
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  di Ca'Bastiani il Lun Gen 18, 2010 12:27 am

karanuker ha scritto:
di Ca'Bastiani ha scritto:
Lo ha scritto lui che si riferisce solo a te,
dove?

"Io sono una persona umile che è capace di ascoltare e nell'ambito dell'Asia Centrale ho riconosciuto in Luiza l'intenditrice al sopra delle parti e degli interessi personali legati al successo. e ho laciato che mi insegnasse, come per il Dobermann ho lasciato che Adriano Carlini, Maurizio D'Amico e Gabriele Prosperi mi insegnassero a vedere il cane. Quante altre persone in questo famigerato club avrebbero l'umiltà di ascoltare e di lasciarsi insegnare come vedere il cane??"

Basta che vai sulla pagina prima di questo topic....

di Ca'Bastiani

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 08.10.09

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  fox il Lun Gen 18, 2010 1:09 am

Quanti cani amputati dopo quella data nati in Italia hanno esposto?qui in Italia intendo
avatar
fox

Numero di messaggi : 2767
Data d'iscrizione : 30.07.09
Età : 54
Località : genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  fox il Lun Gen 18, 2010 1:18 am

avrei un altra domanda,cosa significa la legge vieta la commercializazzione di cani amputati indipendentemente dalla provenienza?cos'è questa storia che cazzo di novità e questa? io un cane lo compro dove mi pare e come mi pare
e se fossi un allevatore di bestiame in una zona ad alta denità di lupi o cinghiali se ho dei cani pastori gli amputo anche le orecchie che mi vengano a denunciare gli animalisti loro che amputano i coglioni ai cani che finiscono al canile e sterilizzano le femmine
avatar
fox

Numero di messaggi : 2767
Data d'iscrizione : 30.07.09
Età : 54
Località : genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Daniele Prosperi il Lun Gen 18, 2010 11:54 am

fox ha scritto:avrei un altra domanda,cosa significa la legge vieta la commercializazzione di cani amputati indipendentemente dalla provenienza?cos'è questa storia che cazzo di novità e questa? io un cane lo compro dove mi pare e come mi pare
e se fossi un allevatore di bestiame in una zona ad alta denità di lupi o cinghiali se ho dei cani pastori gli amputo anche le orecchie che mi vengano a denunciare gli animalisti loro che amputano i coglioni ai cani che finiscono al canile e sterilizzano le femmine

tu il cane lo compri dove ti pare e se vuoi ti puoi comprare fuori un itera cucciolata mozzata ma non puoi rivenderli in Italia, ne un allevatore streaniero può vendere cani mozzati in italia, questo anche a tutela degli allevatori italiani
avatar
Daniele Prosperi

Numero di messaggi : 826
Data d'iscrizione : 29.07.09
Età : 42

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  fox il Lun Gen 18, 2010 12:09 pm

Daniele Prosperi ha scritto:
fox ha scritto:avrei un altra domanda,cosa significa la legge vieta la commercializazzione di cani amputati indipendentemente dalla provenienza?cos'è questa storia che cazzo di novità e questa? io un cane lo compro dove mi pare e come mi pare
e se fossi un allevatore di bestiame in una zona ad alta denità di lupi o cinghiali se ho dei cani pastori gli amputo anche le orecchie che mi vengano a denunciare gli animalisti loro che amputano i coglioni ai cani che finiscono al canile e sterilizzano le femmine

tu il cane lo compri dove ti pare e se vuoi ti puoi comprare fuori un itera cucciolata mozzata ma non puoi rivenderli in Italia, ne un allevatore streaniero può vendere cani mozzati in italia, questo anche a tutela degli allevatori italiani
Ciao Daniele,grazie per la risposta,ma se uno non emette fattura o cede i cani sotto forma di regalo....
avatar
fox

Numero di messaggi : 2767
Data d'iscrizione : 30.07.09
Età : 54
Località : genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Lun Gen 18, 2010 12:23 pm

bisogna vedere se ti credono che hai regalato il cane, finanza o NAS non sono così ingenui. Magari passa per la prima cucciolata ma alla seconda...

Penso che nessun giudice in Italia ti crederà che vivendo qui, lavorando, qui, esponendo qui, vai a allevare all'estero, basta che ti accusi un avvocato delle associazioni animaliste e non avrai chance.
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  dei Canonici il Lun Gen 18, 2010 12:23 pm

PER CORRETTEZZA ANNULLO IL TESTO, PERCHE PER MIA SVISTA HO FATTO RIFERIMENTO AD ALTRA ORDINANZA.
APPROFONDISCO, ED EVENTUALMENTE RIPUBBLICO

VINCENZO
avatar
dei Canonici

Numero di messaggi : 778
Data d'iscrizione : 29.07.09
Età : 39
Località : Benevento

Visualizza il profilo dell'utente http://www.medvedrossii.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Lun Gen 18, 2010 12:40 pm

fox ha scritto:Quanti cani amputati dopo quella data nati in Italia hanno esposto?qui in Italia intendo
dei miei nessuno
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Lun Gen 18, 2010 12:41 pm

di Ca'Bastiani ha scritto:
karanuker ha scritto:
di Ca'Bastiani ha scritto:
Lo ha scritto lui che si riferisce solo a te,
dove?

"Io sono una persona umile che è capace di ascoltare e nell'ambito dell'Asia Centrale ho riconosciuto in Luiza l'intenditrice al sopra delle parti e degli interessi personali legati al successo. e ho laciato che mi insegnasse, come per il Dobermann ho lasciato che Adriano Carlini, Maurizio D'Amico e Gabriele Prosperi mi insegnassero a vedere il cane. Quante altre persone in questo famigerato club avrebbero l'umiltà di ascoltare e di lasciarsi insegnare come vedere il cane??"

Basta che vai sulla pagina prima di questo topic....

hai notato che Daniele ha elencato tutti che vivono in Italia? Non parla del mondo intero. Io capisco le parole di Daniele nell'ambito italiano. Ho già scritto che non mi risulta che altre persone che si documentano sulla razza sono davanti a me. Se ci sono tali, sono pronta al confronto personale, non sul forum, con i testimoni, e vedremo la loro preparazione, sarò contenta di poter imparare qualcosa.

Luca finiamo qui, perché sei venuto a rovinare il forum, cerchi polemica in ogni post che scrivi, cerchi di sminuire e offendere i membri (con furbizia), per cui non ti comporti secondo le regole del forum

Se hai qualcosa da dire in merito, ben venga, ma sparare a zero contro qualcuno non mi sembra coerente con le belle parole che scrivi del tipo: uniamoci, facciamo per la razza, ecc... Come puoi giudicare operato mio o di Daniele, se non lo conosci?
Tutte le persone che sanno come lavoro non potranno mai dirti che impongo qualcosa, infatti non esiste alcun movimento anti associazione (ma tu mi hai già accusato di questo e mi avete pure condannata).
Io rispetto le scelte di Daniele (o di altri) come lui rispetta le mie, anche se le nostre idee spesso sono diverse, ma questo per me è lavorare insieme: modestia e rispetto, doti che da parte tua e dei tutti membri del club che conosco sono sempre mancate e si vede dai vostri post qui e in altre sedi. Io non vado a casa tua a disturbare con i post con doppio senso, non sono nemmeno iscritta, da tempo non ci vediamo, no so cosa fate, e voi invece sempre pronti, sempre qui a cercare l'attacco.


Ultima modifica di karanuker il Lun Gen 18, 2010 1:58 pm, modificato 1 volta
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Lun Gen 18, 2010 12:54 pm

fox ha scritto:avrei un altra domanda,cosa significa la legge vieta la commercializazzione di cani amputati indipendentemente dalla provenienza?cos'è questa storia che cazzo di novità e questa? io un cane lo compro dove mi pare e come mi pare
e se fossi un allevatore di bestiame in una zona ad alta denità di lupi o cinghiali se ho dei cani pastori gli amputo anche le orecchie che mi vengano a denunciare gli animalisti loro che amputano i coglioni ai cani che finiscono al canile e sterilizzano le femmine
Massimo tu compri un cane nato all'estero con tutti i documenti in regola.
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  fox il Lun Gen 18, 2010 3:27 pm

karanuker ha scritto:
fox ha scritto:avrei un altra domanda,cosa significa la legge vieta la commercializazzione di cani amputati indipendentemente dalla provenienza?cos'è questa storia che cazzo di novità e questa? io un cane lo compro dove mi pare e come mi pare
e se fossi un allevatore di bestiame in una zona ad alta denità di lupi o cinghiali se ho dei cani pastori gli amputo anche le orecchie che mi vengano a denunciare gli animalisti loro che amputano i coglioni ai cani che finiscono al canile e sterilizzano le femmine
Massimo tu compri un cane nato all'estero con tutti i documenti in regola.
Tranquilla Luiza,se mi dicevate che era illegale ne comperavo 2 Laughing Laughing nessuno può vietarmi di comperare dove e come mi pare.
avatar
fox

Numero di messaggi : 2767
Data d'iscrizione : 30.07.09
Età : 54
Località : genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Daniele Prosperi il Lun Gen 18, 2010 4:03 pm

Daniele Prosperi ha scritto:La mia opinione è che il valore il valore zootecnico delle esposizioni enci attualmente è ZERO, e per la nostra razza anche qualcosa di meno.
E' ovvio che ognuno di noi crede nelle regole sulle quali si basa lo statuto dell'enci, ma da qui a sposarne l'operato oggi giorno c'è una distanza enorme.
E' ovvio che se io voglio allevare ufficialmente in Italia devo passare per l'enci che è l'organo legislatore, e non è la stessa cosa che allevare senza affisso. Un privato che si avvicina ad una razza si rivolge più tranquillamente ad un allevatore riconosciuto che ad uno che non lo è, anche solo per le garanzie che inconsciamente senti che può offrirti.
Il vessillo dovrebbe distinguere il professionista che lavora con i cani da chi invece prova a fare una cucciolata in casa o da chi commercia in cani senza la volontà di seguire determinate regole e principi. Il lavoro che avrebbe fatto Luiza senza affisso sarebbe stato certamente uguale, ma nel mondo dei cani non tutti sono Luiza, e chi non lo sa dovrebbe avere la possibiltà di tutelarsi da persone malintenzionate o da allevatori improvvisati, è l'unico modo è quello di distinguere il professionista dal dilettante è l'affisso. Poi ovviamente c'è sempre l'eccezione che conferma la regola.
E' vero che la società specializzata dovrebbe dare aiuto all'enci su come gestire i giudizi, ma è anche vero che io non ho mai visto in raduno o campionato sociale AIAD per esempio sia successo che l'enci mandasse i giudici che sono abilitati per il dobermann a vedere come giudicano gli specialisti della razza, o a vedere in che direzione si sta muovendo lo sviluppo della razza. Unico rappresentante il delegato Enci, che però non è un giudice. E l'AIAD ha un mostro sacro come della cinofilia come Pezzano, che sarà anche quello che è, ma tutti avrebbero solo che da imparare. E quindi questo per me significa che all'enci non importa nulla delle razze specifiche in termini di esposizioni. Al massimo il club può organizzare un aggiornamento e sperare che qualche giudice aderisca, ma questo succede veramente di rado. Inoltre, se nel club non c'è un giudice riconosciuto ai giudici di farsi insegnare da qualcuno che non è pari livello loro, non gli passa neanche per l'anticamera del cervello.
E il Dobermann è un cane omogeneo, pensate cosa ne possano capire i giudici enci di una razza come l'asia centrale. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, mai un giudice che giudichi nello stesso modo di un altro, e peggio ancora si danno titoli o si fanno vincere classi a cani che hanno anche evidenti problemi fisici e quando non si sa che fare ci si affida sempre al cane di chi più spesso si incontra in expo per togliere le castagne dal fuoco.
E poi dai, su ogni podio enci al best in show io non ho mai visto un pastore tedesco, un rottweilwer, per un best in show dobermann bisogna tornare a Gamon di Campovalano a Milano, un razzatore indiscusso, e non so nemmeno se sia stato per il cane o per Gabriele che vive a Milano e che è uno degli ultimi VERI ALLEVATORI Italiani.
Sempre sti cazzo di cani pelosi e orribili che in comune spesso hanno solo quel movimento che tanto piace, sempre che abbiano dimensioni tali da vederlo il movimento. Oppure terranova, akita, husky, wyppet e ogni tanto ci scappa qualcosa per Cafiero Lucus Angitiae o Axel del monte Alago. Potrà sembrare banale ma anche questo ha un significato.
C'è da riformare il sistema in toto, a partire dalla scuola che i giudici dovrebbero fare. E ci vuole umiltà anche da parte degli allevatori, e poche manie di protagoinismo. Di gente che ha voglia di imparare ce n'è veramente poca sia tra i giudici che tra gli allevatori, ma il problema ancor più grave è che a questo sistema mancano ancor di più le persone che sono in grado di insegnare, e di conseguenza la scuola che l'enci propone ai propri giudici è basata su concetti molto lontani dalla funzionalità specifica o dall'aspetto esteriore di una razza.
Io sono una persona umile che è capace di ascoltare e nell'ambito dell'Asia Centrale ho riconosciuto in Luiza l'intenditrice al sopra delle parti e degli interessi personali legati al successo. e ho laciato che mi insegnasse, come per il Dobermann ho lasciato che Adriano Carlini, Maurizio D'Amico e Gabriele Prosperi mi insegnassero a vedere il cane. Quante altre persone in questo famigerato club avrebbero l'umiltà di ascoltare e di lasciarsi insegnare come vedere il cane??
Domandone è!! buonanotte

Riporto per intero il mio primo post, libero sfogo di una persona che non crede più che l'uomo e la cinofilia ufficiale legata alle esposizioni o a test caratteriali standardizzati volti a testare l'attitudine dei cani in contesti sociali, siano in grado di mantenere inalterato un patrimonio come una razza canina e il suo carattere.

Faccio un esempio di facile comprensione: esistevano razze canine adatte alla guardia e alla difesa come: Pastore Tedesco, Boxer, Dobermann, Schnauzer, Pastori Belgi, Cane Corso ecc.
Oggi nessuna di queste razze è più in grado di garantire naturalmente la tutela della proprietà, poco o nulla sanno fare se non con uno specifico addestramento.

Tutto questo è invece servito al signor Bastiani per sindacare sulla mia limitata apertura mentale.

Daniele Prosperi ha scritto:Io sono una persona umile che è capace di ascoltare e nell'ambito dell'Asia Centrale ho riconosciuto in Luiza l'intenditrice al sopra delle parti e degli interessi personali legati al successo. e ho laciato che mi insegnasse, come per il Dobermann ho lasciato che Adriano Carlini, Maurizio D'Amico e Gabriele Prosperi mi insegnassero a vedere il cane. Quante altre persone in questo famigerato club avrebbero l'umiltà di ascoltare e di lasciarsi insegnare come vedere il cane??
Domandone è!! buonanotte

Questo non significa che io sfuggo al confronto o che non sono disposto ad imparare da chiunque ma solo da una persona, al contrario io sono disposto al confronto e mi sottopongo alla critica di chiunque.
Ho messo in dubbio la disponibilità a fare questo delle altre persone, e per quanto ti affatichi a girare una frittata ormai bruciata con i soliti giochi di parole o tirando in ballo cose che non c’entrano nulla, l'evidenza di quello che dico è sotto gli occhi di tutti.

Ho parlato delle amputazioni semplicemente perchè sia di insegnamento alle persone che, come il Signor Papini, per circostanze sfavorevoli, puntano il dito contro le persone che raggirano determinate disposizioni o mettono in dubbio la veridicità dei documenti di cani che rubano la scena ai soliti noti. Come potete vedere, potrebbe succedere anche a voi e, torto o ragione, da molto fastidio quindi tacere oppure prima documentarsi!

Come al solito parlare con voi è come parlare con i muri, anzi i muri hanno il buon senso di tacere mentre voi come al solito parlate tanto ma non avete nulla da dire a parte le solite insinuazioni condite dai soliti discorsi di circostanza.
Detto questo metto fine a questo discorso, perchè io non sono questa persona, non mi piace infastidire le persone, ne intralciare il loro operato ne tantomeno mi piace essere infastidito, quindi se poi da fastidio sentirsi dire determinate cose, peraltro realissime, pregasi non disturbare, è evidente che nel confronto siete voi che vi scaldate quindi risparmiatevi le prediche.

Chiedo scusa inoltre anche a tutti gli appassionati che devono leggere tutte queste menate che nulla hanno a che vedere con la passione cinofila, si è perso fin troppo tempo in discorsi nei quali non c'è nulla da imparare, dei quali questo forum non è mai stato veicolo e dai quali ho sempre preso le distanze.

Io coltivo il mio orticello con coscienza, chi alleva queste splendide razze abbia la coscienza di non scendere a compromessi con la natura in cambio di qualche riconoscimento di poco conto.
avatar
Daniele Prosperi

Numero di messaggi : 826
Data d'iscrizione : 29.07.09
Età : 42

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  di Ca'Bastiani il Mar Gen 19, 2010 12:10 pm

di Ca'Bastiani ha scritto:Trovare un mentore e lasciarsi "mostrare la razza" è certo segno di apertura e volonta di crescita nell' apprendimento della stessa.
Certo che quello che dice Carlo, e che trovo calzante anche per me, ovvero essere aperti ad attingere alla conoscenza di molte persone ed apprendere da chi condivide le tue idee e forse ancor di più da chi ne ha diverse, beh credo sia uno step successivo e più avanzato.
Dopo 15 anni di allevamento ho sempre il piacere e la curiosità nel condividere le esperienze di ha 100 cani ed alleva da 30 anni come dal privato che studia la razza magari attraverso il suo singolo soggetto. comunque c'è sempre materiale su cui riflettere, a volte per consolidare le proprie posizioni a volte per rivalutarle.

Questo post ha del volgare? è offenisvo? o esprime un opinione?
Ed in nessuno dei successivi vi è diffamazione personale o culturale, ma semplicemente l' espressione di un punto di vista.
Trovo semplicemente che entrambi voi troviate seccante confrontarvi su argomenti con qualcuno non allineato, io ho solo parlato di fatti o di opinioni personali e-d-u-c-a-t-e.
Dopo il post sovrascritto ho solo risposto a vostre affemazioni o critiche, e siccome le risposte non trovano apprezzamento mi minacciate di escludermi? fatelo pure ma tutti possono leggere, e l' unica regola che ho infranto può essere "non contraddire l' amministratore".
Mi pare qui funzioni tutto bene se nessuno si permette di uscire dal coro.
Io non vi ho offeso e quello che ho scritto di positivo lo penso come quello che ho contestato.

di Ca'Bastiani

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 08.10.09

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Daniele Prosperi il Mar Gen 19, 2010 12:25 pm

Per quanto difficilmente riusciamo a capirci ogni volta che non siamo in accordo io non ho problemi, ne mi sento offeso.
Non è la prima volta che ci scorniamo ne sarà l'ultima molto probabilmente, però come ti ho già scritto questa discussione la considero finita, non porta da nessuna parte.
avatar
Daniele Prosperi

Numero di messaggi : 826
Data d'iscrizione : 29.07.09
Età : 42

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  di Ca'Bastiani il Mar Gen 19, 2010 1:00 pm

Daniele Prosperi ha scritto:Per quanto difficilmente riusciamo a capirci ogni volta che non siamo in accordo io non ho problemi, ne mi sento offeso.
Non è la prima volta che ci scorniamo ne sarà l'ultima molto probabilmente, però come ti ho già scritto questa discussione la considero finita, non porta da nessuna parte.

concordo

di Ca'Bastiani

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 08.10.09

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  karanuker il Mar Gen 19, 2010 2:42 pm

di Ca'Bastiani ha scritto:

Questo post ha del volgare? è offenisvo? o esprime un opinione?
Ed in nessuno dei successivi vi è diffamazione personale o culturale, ma semplicemente l' espressione di un punto di vista.
Trovo semplicemente che entrambi voi troviate seccante confrontarvi su argomenti con qualcuno non allineato, io ho solo parlato di fatti o di opinioni personali e-d-u-c-a-t-e.
Dopo il post sovrascritto ho solo risposto a vostre affemazioni o critiche, e siccome le risposte non trovano apprezzamento mi minacciate di escludermi? fatelo pure ma tutti possono leggere, e l' unica regola che ho infranto può essere "non contraddire l' amministratore".
Mi pare qui funzioni tutto bene se nessuno si permette di uscire dal coro.
Io non vi ho offeso e quello che ho scritto di positivo lo penso come quello che ho contestato.

Continua a rigirare la frittata, continua ad attribuirmi atteggiamenti e pensieri che non ho, tanto basta leggere e tutto è chiaro.
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Visualizza il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Ospite il Dom Feb 14, 2010 5:00 am

CarloPapini ha scritto:Come dicevo prima.... continuiamo ognuno a razzolare nel proprio orto però il letame spargiamolo dentro i propri confini. No Luiza, non mi ci porti nella polemica, ti chiedo solo una cosa, se possibile, butta via il mio numero di telefono e non mi chiamare più per autocompiacerti dei tuoi cani importati non si sà come, parlarmi male di altri allevatori (sia polacchi che italiani) e tuttosommato complimentarti del cane che mi è stato dato in affidamento e te sai quando ho preso quel cane quale era il momento che attraversavo, complimenti, hai dimostrato quanto sei una persona seria, mi hai dato l'esempio di chi parla bene e razzola male (sei uguale a noi scellerati che abbiamo costituito il club?? Forse peggio). E con questo ti saluto, toglimi pure l'accesso al forum, tanto per quello che dite............

Scusate, mi ero perso l'ultima parte di questo pacato scambio di opinioni.
...e meno male che il clima tra allevatori in Italia era disteso! ...se era teso vi sareste forse lanciati in un'arena col vreccale al collo? Smile
In merito a questo garbato intervento del Sig. Papini vorrei dire che non mi interessa molto la discussione sul taglio delle orecchie ma, con l'ultima frase del suo scritto, questo signore è stato a mio avviso irrispettoso e maleducato nei confronti di chi frequenta questo forum. Sarebbe sintomo di serietà e rispetto, una volta raffreddati gli animi, chiarire queste affermazioni e magari chiedere scusa.
Certo che, da chi aveva proposto di fare un passo indietro e scendere dal piedistallo, è davvero un bell'esempio di umiltà snobbare un intero forum. Complimenti!
Saluti, Marco.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  alessandro zampetti il Dom Feb 14, 2010 9:49 am

caro marco questo è niente....sul forum di canitalia è successo di peggio con aggressioni a livello personale e si è arrivati anche a lanciare velate minacce fisiche!!!

umiltà e buona volontà non sono piu' doti di questo mondo, come il valore della parola data, il rispetto per gli altri etc. etc.

ci vuole pazienza che ci vuoi fare.....meglio godrci i ns cani, dammi retta!!!
avatar
alessandro zampetti

Numero di messaggi : 1260
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 47
Località : fabriano

Visualizza il profilo dell'utente http://www.iguardianidellasteppa.it

Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Ospite il Dom Feb 14, 2010 3:18 pm

Caro Alessandro, credo che tu abbia ragione. Questo modo di pensare è troppo lontano dal mio e non ho la minima voglia di entrare nell'ottica di chi si esprime così...
Ci sentiamo per cose più interessanti e proficue ...ammesso che non ci sia qualcuno "in agguato" con la pretesa di venirci a dare lezioni di umiltà! Sad
A presto, Marco.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: ...valore zootecnico delle esposizioni...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum