cibo "casalingo"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

cibo "casalingo"

Messaggio  Ospite il Mer Feb 10, 2010 2:00 am

Ciao a tutti,
qualche giorno fa su queste pagine abbiamo parlato di carni e cibi "caserecci" in relazione all'alimentazione dei nostri cani.
Quello che mi sento di dire è che dal mio punto di vista è senza dubbio importante recuperare certe tradizioni alimentari basate su cibi sani e fatti in casa (anche per noi oltre che per i nostri cani!).
Per chi fosse interessato al recupero di certe abitudini alimentari metto a disposizione, oltre alla mia disponibilità a fornire informazioni utili alla preparazione, gli ingredienti essenziali per produrre due alimenti fondamentali: il pane e lo yogurt.
Per quest'ultimo sono sufficienti latte e fermenti lattici che, qualora volessimo sospendere la produzione, possono essere congelati.
Per il pane la situazione è un po' diversa: se si vuole fare le cose secondo i metodi tradizionali, si deve usare il lievito "naturale" e non quello di birra. Ovvero la così detta pasta madre. Questo agente fermentante più è "vecchio" e meglio è. Le famiglie un tempo se lo passavano tra loro...
Il risultato vi assicuro che è ottimo. Il pane preparato con la pasta madre si mantiene anche per una settimana indurendosi ovviamente ma senza perdere l'ottimo sapore. Inoltre mantiene nei giorni successivi alla preparazione un buon odore senza traccie di lievito come i pani comprati.
I vantaggi, oltre al mangiare un alimento auto prodotto e di ottima qualità e sapore, stanno nel fatto che possiamo prepararlo solo una o due volte a settimana senza doverlo quindi comprare tutti i giorni. Inoltre, producendone in quantità maggiore, possiamo avere sempre una scorta di pane duro per i nostri pastori che amano masticare in maniera robusta.
Ci sarebbe poi tutto il discorso sulle farine e la scelta degli ingredienti ma ora ve lo risparmio...
Se pensate che sono scemo per favore ditemelo con la dovuta delicatezza Crying or Very sad , se invece siete interessati chiedete pure.
Buonanotte, Marco.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  alessandro zampetti il Gio Mar 18, 2010 12:01 pm

Mito: LE DIETE A CRUDO NON SONO BILANCIATE
Si, le diete di sola carne non sono bilanciate. Non potete dare solo della carne al vostro cane e sperare che stia bene. Per ricevere i nutriementi giusti, il vostro cane ha bisogno anche delle ossa e degli organi. Questo vuol dire dare una dieta che si basa su una preda intera. Ricordate che il vostro cane non ha bisogno di verdure visto che non è in grado di assimilare la maggior parte dei nutrienti in esse contenute, anche quelle lavorate (per ulteriori informazioni leggete il mito sugli onnivori e sui contenuti stomacali). L’alternativa? Usate una dieta che si basa sul modello della preda e variate. Se usate diversi animali interi e una varietà di ossa carnose e organi, allora la vostra dieta è bilanciata. I cibi crudi contengono le proporzioni giuste di grassi, proteine, vitamine, minerali e enzimi di cui il cane ha bisogno.
Un altro concetto da discutere relativo al bilanciamento riguarda l’idea diffusa dalle ditte di mangimi che “il cane ha bisogno di un cibo completo e bilanciato ad ogni pasto”. Questa non è altro che propaganda per far acquistare i propri prodotti. Questo non è il modo in cui funziona l’organismo del cane – e di nessun altro animale! Prendete la vostra dieta ad esempio. Mangiate un cibo completo e bilanciato ad ogni pasto? No! Voi mangiate una grande varietà di alimenti sul lungo periodo e avete così un organismo generalmente in buono stato e che non mostra segni di carenze nutrizionali. Il cane non ha bisogno di una nutrizione “completa e bilanciata” ad ogni pasto. Se così fosse, ogni qual volta riceve una nutrizione che non è completa e bilanciata dovrebbe avere dei problemi. Ma non funziona così. Qui è dove entra il gioco il concetto di “bilanciamento sul lungo periodo”. Questo è il concetto che molti trovano utile per spiegare come gli organismi possono ricevere una nutrizione adeguata. I fabbisogni nutritivi infatti vengono raggiunti sul lungo periodo e il bilanciamento si raggiunge nel tempo in cui l’animale mangia quello di cui ha bisogno quando ne ha bisogno e quando riesce a trovarlo. I nutrienti che il corpo non può sintetizzare da solo ma di cui ha bisogno si trovano nelle quantità giuste nel cibo che l’animale mangia. I nutrienti vengono immagazzinati quando non servono e usati quando ce n’è il bisogno. Questo è quello che permette al cane (e anche alle persone!) di non mangiare per brevi periodi senza morire di fame. Non solo il cane ha delle riserve di grasso e proteine nei muscoli ma anche nutrienti e vitamine nei tessuti (ad esempio vitamine liposolubili come la A, D e K).
Uno giustamente si chiede: cosa vuol dire bilanciato? Vitamine, minerali, carboidrati, grassi e proteine bilanciati? É davvero possibile sapere cosa è bilanciato e cosa non lo è? In che modo? Non si può, questa storia del bilanciamento è un mito. Facciamo delle ipotesi, delle speculazioni e progettiamo fuorvianti piramidi alimentari che dovrebbero stabilire una dieta bilanciata, sebbene la nosta società sia ancora afflitta da patologie che stanno diventando sempre più diffuse, come l’obesità, il diabete, le malattie cardiache e una “rara” malattia dell’intestino che si chiama malattia di Crohns (stranamente queste sono le stesse malattie che i veterinari riscontrano sempre più spesso nei nostri animali). La piramide alimentare è ritornata di moda da quando gli specialisti parlano di diete bilanciate, ma questo prova solamente che non abbiamo idea di cosa voglia dire bilanciato.
E i nostril animali? Gli standard dei mangimi sono approssimativi (e se posso aggiungere anche sbagliati visto che si basano sul mito che il cane sia un onnivoro. Leggete il mito sugli onnivori per avere maggiori dettagli), le vitamine e i minerali sono aggiunti in eccesso per compensare la biodisponibilità ridotta di questi nutrienti nelle crocchette. Ai cani vengono date proporzioni “bilanciate” di grassi, proteine e carboidrati dei quali non hanno assolutamente bisogno. Davvero, avete mai sentito di un carboidrato essenziale? Ci sono grassi essenziali, aminoacidi essenziali (contenuti nelle proteine) ma non carboidrati essenziali. Si, un animale ha bisogno di glucosio ma il glucosio viene facilmente prodotto a partire dagli aminoacidi con la gluconeogenesi. I nostri animali carnivori non hanno bisogno di carboidrati, ma nonostante tutto questi vengono elencati come parte di una dieta “bilanciata”. Per maggiori informazioni su questo argomento andate al mito sui carboidrati.
C’è un’ulteriore considerazione da fare sul concetto di bilanciato. Nessuno tranne la natura sa con certezza cosa serve e in quale proporzione. Perchè? É semplice, un milione di anni di evoluzione dovrebbero bastare agli scettici per capire che la dieta data dalla natura alle sue creature è esattamente quello di cui hanno bisogno per funzionare e sopravvivere. Solo la natura sa quanto un animale può assorbire e usare. Noi possiamo solo fare delle ipotesi. Quindi dimenticatevi della parola “bilanciato” quando dovete dare da mangiare al vostro carnivoro. Questo concetto non esiste. Pensate invece in termini di “carcassa”. Le carcasse sono quelle che sostengono in maniera adeguata lupi, cani, gatti selvatici e furetti, quelle che la natura ha progettato per loro. Il bilanciamento è solo una terminolgia sbagliata, un concetto vago usato dalle ditte di mangimi per far acquistare i propri prodotti. Quando nutrite il voistro carnivoro, pensate sempre al concetto di “carcassa”.


Mito: LE DIETE A CRUDO SONO POCO PRATICHE E ANCHE COSTOSE
Da quando la comodità è più importante della salute dei nostri animali?! Ah già: le crocchette sono molto comode, ma riempiono i nostri animali di additivi tossici e carboidrati di cui non hanno bisogno, scatenando una miriade di problemi di salute, accorciandone la vita e riducendo la qualità della stessa. Certo, si scambia la comodità per la salute e il benessere proprio di quell’animale che dipende da noi per queste due cose.
Una dieta a crudo non sarà magari troppo scomoda, ma richiede comunque più lavoro rispetto a versare del pellettato in una ciotola. Tuttavia la salute del tuo animale dovrebbe essere molto più importante della comodità. Altrimenti, perchè avere un animale domestico?
Se voi comperate un sacco di verdure per poi passare ore a frullarle, allora si, in effetti è scomodo. Ricordate, i nostri cani non hanno bisogno di verdure (vedete il mito sugli onnivori). Con una dieta a base di carcasse, non ci sono verdure e neanche frullato di formaggi/yogurt/fegato/integratori. Si tratta di animali interi, con ossa carnose e frattaglie. É tutto. Volendo si possono aggiungere le uova, ma queste basta toglierle dal cartone e darle al cane intere. Scongelare è facoltativo (a meno che non abbiate un gatto). Si certo, il vostro cane ci metterà più tempo a mangiare la sua razione e si, voi dovrete tenerlo d’occhio mentre mangia. E ancora si, voi dovrete perdere tempo con la spesa, l’impacchettatura (a meno che non abbiate molti cani a cui potete dare molto da mangiare in una volta sola), e la congelazione. Ma questo è un piccolo prezzo da pagare per dare al vostro cane un’ottima salute. Con il passare del tempo poi sia voi che il vostro animale diventerete più efficienti – voi a fare la spesa, impacchettare e congelare, lui a strappare e masticare.
Anche il costo di una dieta a crudo dipende da voi. Può essere più cara del mangime agli inizi, fino a quando non trovate un fornitore conveniente. Oppure può essere estremamente a buon mercato. Man mano che aggiungete della varietà alla dieta, i costi si abbassano visto che il vostro animale può mangiare carni diverse. Questo significa che potete comperare quello che è in offerta. Non dimenticate anche dei soldi che risparmiate dal veterinario e quelli di tutti quei rimedi per la pulizia dentale (visto che non ne avrete più bisogno).
Ecco una lista di suggerimenti per salvare tempo e denaro:

• Comperate in grandi quantità dal macellaio, nelle cooperative, dai distributori di carne, etc. Un congelatore in più solo per la carne del vostro animale non è obbligatorio, ma è un investimento che sicuramente aiuta a tagliare i costi, soprattutto se avete più cani o gatti.
• Occhi aperti per le offerte. Se comperate la carne in offerta risparmiate.
• Comperate pure la carne che sta per scadere. Alla maggior parte dei cani non interessa e la digerisce senza problemi. I gatti possono essere un pochino schizzinosi, ma se la carne scade il giorno dopo (è quella marcata con la dicitura “Reduced for Quick Sale”), dovrebbe essere ancora buona per darla il giorno stesso oppure da congelare.
• Cercate dei macellai, allevatori di piccolo animali e fattorie nella vostra zona che possono vendervi polli interi, capre intere o a pezzi, agnelli interi o a pezzi, parti di manzo, etc.
• Entrate in contatto con qualche cacciatore. Tuttavia, state attenti agli animali uccisi con il piombo: controllate la selvaggina e togliete tutti i pallini in modo che il vostro animale non li mangi. Se avete paura dei parassiti, congelate la selvaggina per circa un mese prima di usarla.
• Fate una scorta di sacchetti da freezer e impacchetate ogni pasto in un sacchetto separato. Questo comporta una grande mole di lavoro una volta al mese, per pianificare i pasti, comperare la carne e porzionarla. Il resto del mese però sarà una passeggiata visto che dovrete solo tirare fuori le porzioni dal congelatore e darle al cane (la scongelazione è facoltativa), oppure farlo la sera prima. Il bello di una dieta a crudo è che potete regolarla in base ai bisogni del cane e anche ai vostri.

Volete sapere come nutrire il vostro cane con carne cruda? Iscrivetevi al gruppo di Yahoo! [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (solo in inlgese), leggete le pagine [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] e [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (entrambi in inglese), oppure visitate il sito [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] e [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] (tutti solo in inglese)!
avatar
alessandro zampetti

Numero di messaggi : 1260
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 47
Località : fabriano

Vedi il profilo dell'utente http://www.iguardianidellasteppa.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  Ospite il Gio Mar 18, 2010 12:20 pm

Sottoscrivo al 100% Alessandro!!!
Piccolo inciso personale: io al mio cane do comunque anche il pane secco e le verdure. Magari non avrà bisogno ma lui limpazzisce per questi cibi. Gli piacciono più della carne!!! Inoltre il pane, quando è veramente duro, è un buon esercizio per la masticazione.
Un saluto, Marco.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  alessandro zampetti il Gio Mar 18, 2010 12:21 pm

sono d'accordo per il pane. io le verdule le grattugio (carore, finocchi, zucchine) o le metto tritate grossolane (insalata) tanto per dargli un po' di fibra grezza ed evitare la stitichezza.
avatar
alessandro zampetti

Numero di messaggi : 1260
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 47
Località : fabriano

Vedi il profilo dell'utente http://www.iguardianidellasteppa.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  luigi natale calabro' il Lun Mag 03, 2010 1:36 pm

alessandro zampetti ha scritto:sono d'accordo per il pane. io le verdule le grattugio (carore, finocchi, zucchine) o le metto tritate grossolane (insalata) tanto per dargli un po' di fibra grezza ed evitare la stitichezza.
un pugno ogni tanto di crusca va molto bene provare xcredere
avatar
luigi natale calabro'

Numero di messaggi : 126
Data d'iscrizione : 10.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  karanuker il Mar Mag 04, 2010 6:05 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] alle altre informazioni utili
avatar
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://www.karanuker.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  luigi natale calabro' il Gio Mag 06, 2010 11:50 am

alessandro zampetti ha scritto:sono d'accordo per il pane. io le verdule le grattugio (carore, finocchi, zucchine) o le metto tritate grossolane (insalata) tanto per dargli un po' di fibra grezza ed evitare la stitichezza.
ciao a gengis sto dando 600 di ali di pollo e un pugno di mangime e' troppo poco?
avatar
luigi natale calabro'

Numero di messaggi : 126
Data d'iscrizione : 10.03.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  alessandro zampetti il Gio Mag 06, 2010 12:23 pm

osserva il cane e regolati di conseguenza...io eliminerei il mangime e ci metterei un po' d carne di manzo o tacchino
avatar
alessandro zampetti

Numero di messaggi : 1260
Data d'iscrizione : 07.09.09
Età : 47
Località : fabriano

Vedi il profilo dell'utente http://www.iguardianidellasteppa.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: cibo "casalingo"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum