Pastore dell'Asia Centrale e del Caucaso
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Mastino Tibetano

Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Mastino Tibetano

Messaggio  THOR Mer Apr 18, 2012 11:40 pm

Ciao ragazzi,apro questa discussione per parlare di un'altra razza poco diffusa e che mi piace molto esteticamente,specie i neri.
Comunque gusti estetici a parte,veniamo al sodo,cosa ne pensate del cane in questione e' solo grande e bello,o lo si puo' ancora utilizzare e considerare,come difensore e guardiano di casa e famiglia?
Come sempre,grazie a tutti.
THOR
THOR

Numero di messaggi : 211
Data d'iscrizione : 16.04.12
Località : BRESCIA

http://python-passion.forumfree.it/

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  karanuker Gio Apr 19, 2012 9:50 am

Per la guardia ci vogliono cani con il DNA, ovvero dalle linee di sangue da guardia, non so se in Italia (o in Europa) qulcuno alleva questo tipo di Mastino Tibetano, altri sono cani da show da tantissime generazioni. Allevamento moderno ha rovinato tutte le razze, privandole di funzionalità, carattere e tipicità in nome dei canoni di belezza immaginari.
Se vuoi un cane da lavoro che è stretto parente di Mastino Tibetano eccoti pastore della Mongolia:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

trovi allevamenti in Russia, non so se è riconosciuto ma oserei a dire che lui è veramente imparentato con il cane tibetano e non cani che da centinaia di generazioni si allevano in Europa con il nome Mastino del Tibet.

_________________
"Vedere" i cani è una dote con la quale bisogna nascere, non la si può imparare. Noi dopo tutti questi anni, senza la benché minima esitazione, ricompreremmo i primi due Asia che ci hanno fatto innamorare di questa meravigliosa razza.
Leggendo il pedigree, comprendete come il cane dovrebbe essere; osservando il cane vedete come esso è in realtà; ma è solo osservando i suoi figli che potrete comprendere il suo effettivo valore.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
karanuker
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  THOR Gio Apr 19, 2012 10:00 am

Grazie karakuner,ma perchè in italia,non si trova nulla o quasi di funzionale?
Tutti decantano di avere dei degni eredi dei cani del passato,tutti cani valenti e col carattere giusto,DEI VERI GUARDIANI E DIFENSORI,ma alla fine quasi nessuno lo è veramente.
Da quello che sto vedendo,almeno da quello che si vede su you tube,In italia in ambito lavoro e guardia,vedo più serietà negli allevaotri di asia centrale,anzi mi spiego meglio vedo l'Asia centrale meno snaturato nel ruolo di guardiano.
Sicuramente ci sarà qualcuno che lavora ed alleva aNCHE IL CAUCASO ED ALTRE RAZZE,TIPO TIBETANI ED AFFINI ALLO STESSO MODO,MA NON HO ANCORA AVUTO MODO DI VEDERLI.
THOR
THOR

Numero di messaggi : 211
Data d'iscrizione : 16.04.12
Località : BRESCIA

http://python-passion.forumfree.it/

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  karanuker Gio Apr 19, 2012 12:46 pm

Da tempo mi chiedo come mai tutte le razze da lavoro hanno perso le loro caratteristiche, rampante è pastore tedesco, poi mastino napoletano, che allo stato odierno vive 3-5 anni, non monta da solo, partorisce tramite cesarei, ecc...

Penso che è il sistema di allevamento, alimentazione, e cure veterinarie hanno portato al decadimento di tutte le razze, poi non da meno è la visione del tipo nelle teste dei accaniti frequentatori delle expo, poca conoscenza delle razze da parte dei giudici, che spesso "per non sbagliare" scelgono la faccia nota oppure premiano amico.

Comunque sono convinta che colpa è degli allevatori, che illudono se stessi invece di avere occhio critico.

_________________
"Vedere" i cani è una dote con la quale bisogna nascere, non la si può imparare. Noi dopo tutti questi anni, senza la benché minima esitazione, ricompreremmo i primi due Asia che ci hanno fatto innamorare di questa meravigliosa razza.
Leggendo il pedigree, comprendete come il cane dovrebbe essere; osservando il cane vedete come esso è in realtà; ma è solo osservando i suoi figli che potrete comprendere il suo effettivo valore.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
karanuker
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  THOR Gio Apr 19, 2012 1:39 pm

Secondo me,l'errore basilare sta nel fatto che molti si approcciano e cominciano ad allevare o meglio si improvvisano allevatori,solo per soldi e non per passione e di volta in volta scelgono sempre la razza che va di moda al momento,rovinandola e seguendo solo ciò che piace al grande pubblico ed all'opinione comune ,dimenticandosi di quali siano le caratteristiche e le funzioni che permettano di mantenere invita una razza preservandola nella sua integrità,per questo da quando mi sono avvicinato al pensiero di queste razze da pastore asiatiche,vi faccio molte domande e chiedo sempre di razze ,linee e selezioni funzionali, perchè nel mio piccolo,quando prenderò il cane (o i cani in quanto spero in più di uno),voglio contribuire a mantenere in vita la razza nel modo corretto.
THOR
THOR

Numero di messaggi : 211
Data d'iscrizione : 16.04.12
Località : BRESCIA

http://python-passion.forumfree.it/

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  karanuker Mer Nov 26, 2014 9:47 am

Vi copio da FB, perché per come è strutturato le info si perdono, vanno in dimenticatoio, una lezione interessante sui Mastino del Tibet che è nata "per colpa" di questo articolo
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
spero che vi farete la domanda, quanto sono attendibili altri articolo di questo autore

Alessandro Reale: Giovanni penso lo conosca e che ci abbia già abbondantemente litigato  Karanuker, per caso sai di chi si tratta?


Karanuker Cao: Alessandro io con Ezio non ci ho mai litigato, ci sono scagnozzi suoi che non sanno nemmeno dove sta la testa di un cane, che vanno in giro a dire qualcosa, io ormai non rispondo a chi non ha un minimo livello, può scrivere quello che gli pare....

Alessandro Reale: nono io intendevo che ci avesse litigato giovanni non tu  Beh se qualcuno volesse invitarlo nel gruppo gli spiegheremo che non è il caso di fare d'ogni erba un fascio.

Giovanni Carlo Boffano: beh, bella forza, ho litigato con metà del mondo, e riguardo l'altra metà, a mia discolpa, posso dire che non la conosco ancora. comunque a parte gli scherzi non c'ho litigato, ci ho "discusso" per 5 minuti ieri, e ora commento qui.


Mèt Di Manno: questa settimana ancora non ho assistito ad una discussione con qualcuno, hai la febbre Giovanni?

Giovanni Carlo Boffano: comincio a commentare questo articolo, anche se ne sono stati scritti altri a riguardo di cui si potrebbe parlare in un secondo momento. per non appesantire troppo la discussione sviscererò un singolo argomento per messaggio, anche per evitare di scrivere post kilometrici

Giovanni Carlo Boffano: per prima cosa reputo sia importante iniziare con un appunto: il termine "banhar" non è un nome di razza(come non lo è "do-khyi") ma fa riferimento ad una caratteristica: il pelo medio lungo(o lungo) e ruvidino di questi cani, in contrapposizione all'unico altro cane che i pastori mongoli conoscono, vale a dire il levriero che è a pelo corto. quindi il termine "banhar" viene usato indistintamente per ogni cane a pelo medio o lungo, quindi tutti i cani usati nella pastorizia o per la guardia, senza nessun riferimento al tipo. quindi sono "banhar" cani relativamente grossi e pesanti(anche con tratti molosso-lupoidi) tenuti a catena(=cane da guardia), come sono "banhar" meticcioni di varia origine, con le forme ed i tipi più disparati, oltre all'infinita varietà di "gradazioni intermedie" comprese tra questi due estremi.

Giovanni Carlo Boffano: cominciando a parlare dell'articolo vorrei capire cosa si intende con "moderno mastino del tibet". se per "moderno" si fa riferimento agli "zhu-ao" possiamo concordare, dato che questi cani non sono mai esistiti prima del 2000. ma se con "moderni" ci si sta riferendo alla totalità dei soggetti oggi viventi(e quindi si vanno a comprendere i soggetti rustici che lavorano in Tibet ed i discendenti dei cani importati dal Tibet in tempi recentissimi) l'affermazione perde di significato, poichè questi cani non solo sono abili al loro lavoro, ma sono frutto di una selezione antichissima, e la documentazione d'epoca sui cani tibetani è parecchio corposa. per altro, quando si parla dei soggetti rustici, non esiste una separazione netta tra soggetti "antichi" vs soggetti "moderni", in quanto tutta la documentazione antica raccolta non mostra significative differenze tra i soggetti vissuti 100-200 o più anni fa ed i soggetti oggi reperibili. logicamente, trattandosi di una razza molto antica(è lecito supporre che l'inizio della "selezione" che ci ha dato questi cani sia da collocare oltre 2000 anni fa), con un'evoluzione lentissima, con soggetti antichi mi riferisco sempre a quelli vissuti negli ultimi secoli e non ai soggetti alla base della razza, che non avevano ancora subito le mutazioni strutturali, genetiche(EPAS1 ecc.) e caratteriali che hanno caratterizzato il do-khyi.

Giovanni Carlo Boffano: permettetemi ora di dire che trovo però un po' scorretto il postare una foto proveniente dal sito di un allevamento americano(per altro il cane discende da una vecchia linea nepalese e non ha nessuna affinità con i cani cinesi moderni, anche se l'autore sembra pensare il contrario) etichettando la foto come fosse materiale proprio e definendo un cane, per altro mai visto ne conosciuto(e di questo sono sicuro, conoscendo personalmente la proprietaria-americana- del cane) " povero e lento bestione", oltre che "privo di coraggio".

Giovanni Carlo Boffano: se parliamo di banhar(ricordo a tal proposito che la Mongolia non ha le dimensioni della provincia di Aosta ma è leggermente più grande) qualsiasi discorso scientifico non può esulare dal parlare del fatto che esistano, tanto in Mongolia come in Tibet, diverse varietà locali, con caratteristiche differenti e, a volte, antitetiche, pure essendo comunque riconducibili al tipo comune del mastino del Tibet. stavo dimenticando di dire che l'origine dei banhar con tratti marcatamente molossoidi(che sono una realtà documentata fin dalle prime esplorazioni della Mongolia, avvenute a inizio '900), come di alcuni tratti presenti anche in cani di tipo "incerto" è da ricercarsi nel Tibet: tra tibetani e mongoli vi sono sempre stati intensi scambi commerciali e culturali: non solo non vi erano problemi(la presunta mancanza di mastini tibetani in mongolia sarebbe da attribuirsi all'odio tra mongol e cinesi, senza riflettere sul fatto che questi scambi sono molto più antichi e non riguardavano i cinesi, quanto i tibetani, che sono un popolo differente e mi stupisce che ci sia necessità di affermarlo). per altro, a testimoniare questi rapporti, ci sono la presenza del buddismo tibetano, ampiamente diffuso anche in Mongolia, con conseguente costruzione di monasteri(sui cui muri si possono tutt'oggi vedere affreschi che ritraggono cani con il kekhor... ohibò!). Giusto ricordare che fu un Khan mongolo a creare, per ilprimo Dalai Lama l'impero tibetano ed è sempre un detto mongol a stabilire che "tre cose che oggi si trovano in Mongolia provengono dal Tibet: il buddismo, i cani e gli yak". sempre illuminante è la documentata presenza, fino da tempi storici, di enclaves di pastori mongoli anche all'interno del Tibet storico, basta pensare al fatto che il lago Qinghai era(ed è) conosciuto con il suo nome mongol piuttosto che con quello tibetano(che è "kokonor"= mare verde). tornando a parlare di tipi, è evidente che un cane del Gobi(specialmente della provincia di Omno-Gobi) sia un cane da deserto, con struttura da cane di deserto, senza considerare il fatto che siamo al limite occidentale dell'areale di diffusione di questi cani, dove si interseca con quello di altre razze. quindi prendere ad esempio quei cani mi pare decisamente una forzatura, ad essere sinceri. i cani di Ovorhangaii, di Uvs, di Khovd ecc. si presentano parecchio diversi, anche per il fatto che non necessitano di adattamenti al deserto, ma conservano gli adattamenti alla vita in quota.

Giovanni Carlo Boffano: per altro non mi pare nemmeno che i mongoli abbiano tutti questi problemi a fare affari con i cinesi poichè, non tanto i pastori o gli appassionati dei cani nativi(o coloro che li studiano e tutelano) quanto allevatori di cani da "compagnia" e semplici appassionati hanno acquistato, negli ultimi anni, moltissimi cani di selezione cinese. e tutti gli allevamenti che propagano quel tipo stanno a dimostrarlo al mondo. che poi, a dirla tutta, mi piacerebbe capire come fa a dire che "gli scontri fra queste due tipologie di cani sarebbero all’ordine del giorno, se solo i Mastini del Tibet non si astenessero dal combattere per la paura." voglio dire, non penso che un allevatore che ha pagato fior di soldi per un cane cinese poi lo porti a combattere, a prescindere dalle sue reali capacità. quanto ai cani rustici, l'affermazione è talmente "campata in aria" che si commenta da sola, anche se lui "garantisce" il contrario.

Giovanni Carlo Boffano: " Eppure gli autentici Bankhar non misurano mai più di 70 cm al garrese e pesano come un comune cane da pastore" anche qui mi piacerebbe conoscere quanti soggetti ha misurato per affermare con esattezza che non superino mai i 70cm. anche perchè una recente campagna di misurazione condotta da studiosi di un paio di università su varie zone ha evidenziato la presenza di cani parecchio alti, specie se appartenenti al tipo "incerto" anche molto diverso dai cani usati per la guardia. e questo è comunque molto relativo, visto che se si parla di mastini del Tibet e dei loro omologhi nonchè stretti parenti dalla Mongolia si parla di cani da guardia e non di cani da pastore, essendo per altro molto particolare il concetto che le popolazioni locali hanno del cane da pastore e del suo lavoro. per altro mi è stata più volte segnalata, da un amico mongol, anch'egli ricercatore sui cani nativi, la presenza di soggetti di oltre 70cm. lui stesso possiede un cane di Khovd, comprato dai nomadi, che è tra i 72 ed i 74cm alle spalle(i cani non hanno il garrese, nb). se invece parliamo di mastini del Tibet(sempre soggetti nativi, gli unici a "far testo" in questo caso) io stesso ho visto molti soggetti sopra i 70cm ed anche almeno un soggetto molto vicino(se non addirittura sopra) gli 80cm.

Mèt Di Manno: Ci starà una cosa scritta giusta in questo articolo?

Giovanni Carlo Boffano: cane fotografato nel 1928 a Ulanbaator. la foto ha origine certissima, essendo stata conservata nell'archivio NKVD(l'antenato del KGB)
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Giovanni Carlo Boffano: foto scattata a Kalgan nel 1910.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Giovanni Carlo Boffano: banhar fotografato in Mongolia presumibilmente negli anni '80-'90. da notare che il tipo del cane è esattamente identico (compresa la coda completamente distendibile) a quello del cane fotografato a Kalgan almeno 70 anni prima.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Angelo Di Veroli: Sai il detto sbagliando si impara?
Sicuramente questo signore leggendo le osservazioni di Giovanni , se vuole, si può fare una cultura a riguardo.

BK Kennel Daniele Santoni: Non esiste peggior sordo di chi non vuole ascoltare le altre persone, specie se lo fa per egocentrismo e superbia.

_________________
"Vedere" i cani è una dote con la quale bisogna nascere, non la si può imparare. Noi dopo tutti questi anni, senza la benché minima esitazione, ricompreremmo i primi due Asia che ci hanno fatto innamorare di questa meravigliosa razza.
Leggendo il pedigree, comprendete come il cane dovrebbe essere; osservando il cane vedete come esso è in realtà; ma è solo osservando i suoi figli che potrete comprendere il suo effettivo valore.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
karanuker
karanuker
Admin

Numero di messaggi : 6018
Data d'iscrizione : 28.07.09

http://www.karanuker.com

Torna in alto Andare in basso

Mastino Tibetano Empty Re: Mastino Tibetano

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.